Livigno rinuncia a un’opera pubblica e dona 60 mila euro all’Emilia Romagna

Il sindaco della nota località dell'alta Valtellina, Remo Galli: "Livigno deve molto ai romagnoli, sono stati perno fondamentale anche nello sviluppo turistico della nostra località, era doveroso questo piccolo gesto".

42
Il sindaco di Livigno Remo Galli

Il Comune di Livigno, con una riunione straordinaria della giunta, ha deciso di aiutare concretamente e subito l’Emilia Romagna flagellata dall’alluvione, stanziando un contributo di 60 mila euro. Lo comunica il sindaco, Remo Galli, sui social. “Il comune di Livigno rinuncia e rinvia una propria opera pubblica e dona subito 60.000 euro ai comuni colpiti dall’alluvione in Emilia Romagna – scrive il sindaco – ho sentito i miei colleghi, della zona. La situazione è difficile ma gli emiliani sapranno rialzare la testa ed essere da esempio per tutto il mondo. Ne sono sicuro. Livigno deve molto ai romagnoli, sono stati perno fondamentale anche nello sviluppo turistico della nostra località negli anni 70/80/90. Ci hanno insegnato molte cose. Era doveroso questo piccolo piccolo gesto. Ai tanti cittadini e operatori che desiderano donare ricordo di utilizzare i canali ufficiali messi a disposizione dalla protezione civile della Regione Emilia-Romagna”

Print Friendly, PDF & Email