Allergica a latte e uova, ragazza muore dopo una cena vegana

La giovane, 20 anni, si è sentita male dopo aver mangiato un dolce ordinato in un ristorante vegano a Milano ed è deceduta dopo 10 giorni di coma al San Raffaele. La Procura ha ritirato il prodotto ma si sospetta che a scatenare la reazione allergica fatale possano essere state tracce di uovo nella maionese prodotta dal locale.

54

Una giovane di 20 anni è morta ieri all’ospedale San Raffaele di Milano, dopo dieci giorni di coma, a causa di uno shock anafilattico per aver mangiato, stando ai primi accertamenti, un tiramisù vegano che si sospetta, però, contenesse tracce di latte a cui la ragazza era allergica, come alle uova, fin dalla nascita. Il prodotto, chiamato ‘Tiramisun’, è stato ritirato oggi dal mercato dal ministero della Salute per il “rischio di presenza di allergeni” in quanto conterrebbe proteine del latte non indicate sull’etichetta. Il pm Luca Gaglio ha disposto l’autopsia. Lo scorso 26 gennaio, la giovane era andata a cena in un locale, a Milano, col suo fidanzato, dove era già stata diverse volte e specializzato in cibi vegani. Quella sera ha ordinato per la prima volta un tiramisù vegano, si è si sentita subito male. La Procura ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e ha disposto subito il fermo amministrativo di alcuni vasetti del prodotto. Prodotto che oggi il ministero della Salute ha deciso di ritirare dal mercato: si tratta del Tiramisun (marchio Mascherpa), ritirato, come si legge nella scheda, per “presenza di allergene: proteine del latte”. La ragazza aveva una ipersensibilità allergica al latte. Da successivi accertamenti è emerso, però, che la giovane aveva anche un’allergia all’uovo. A seguito di analisi dell’Ats sarebbero state trovate pure tracce di uovo nella maionese, prodotta dal locale, usata per condire un panino che la giovane ha mangiato. Ulteriori approfondimenti, dunque, dovranno chiarire anche questo aspetto e se possa essere collegato alla morte. Sul tiramisù, invece, sono state effettuate già analisi qualitative, in particolare sulle proteine latte presenti, e ora ai carabinieri del Nas sono state affidate anche delle analisi quantitative. La Procura affiderà, poi, ad un esperto anche una consulenza allergologica. L’autopsia dovrebbe essere effettuata tra giovedì e venerdì prossimo.

Print Friendly, PDF & Email