Qatargate, tornano libere la moglie e la figlia di Panzeri

Revocata la misura degli arresti domiciliari nei confronti delle due donne, dopo che la Procura federeale del Belgio ha rinunciato alla loro consegna: la mossa del giudice è la conseguenza dell'accordo raggiugno con Panzeri, che ha dato la sua disponibilità a collaborare.

0
52

Tornano libere Maria Dolores Colleoni e Silvia Panzeri, moglie e figlia dell’ex eurodeputato Antonio Panzeri. Lo ha deciso la Corte d’Appello di Brescia revocando le misure cautelari dei domiciliari dopo che i magistrati belgi che indagano sul Qatargate hanno rinunciato alla consegna delle due donne.  La Corte bresciana ha di fatto annullato, dunque, il pronunciamento con cui nelle scorse settimane aveva dato il via libera al trasferimento delle due donne, ai domiciliari da dicembre, in un carcere del Belgio. La mossa del giudice Michel Claise di rinunciare alla consegna è la conseguenza dell’accordo raggiunto con Antonio Panzeri. L’ex parlamentare Ue ha dato la sua disposizione a collaborare, in cambio di un anno di reclusione e la confisca di un milione di euro, più o meno la somma dei soldi trovati nella sua abitazione di Bruxelles, nella casa della famiglia a Calusco D’Adda, nella Bergamasca, e sui conti correnti intestati a lui e alla figlia.

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.