Milano: difende una donna da uno scippatore, accoltellato a una gamba

Un ragazzo di 30 anni è stato ferito giovedì mattina da un malvivente che aveva appena aggredito una donna per strapparle la borsetta in piazza Gae Aulenti a Milano. Destra all'attacco: "Questa è la Milano di Sala". Majorino: "Il ministro dell'Interno è molto disattento".

46

Un ragazzo italiano di 30 anni è rimasto ferito nel corso di un tentativo di scippo. Il fatto è avvenuto questa mattina alle 7.40 in piazza Gae Aulenti, a Milano. Dalle ricostruzioni, un uomo forse di origine nordafricana ha tentato di rubare una borsa ad una donna. La vittima è riuscita a recuperare la borsa e ad allontanarsi, mentre il 30enne interveniva contro l’aggressore. Questo ultimo gli ha inferto due colpi con un coltello ad uncino al polpaccio e al malleolo prima di riuscire a fuggire. Il giovane è stato trasportato in codice giallo all’ospedale Fatebenefratelli. Le sue condizioni vengono definite non gravi. La donna scippata, 50 anni, è stata poi raggiunta dalla polizia, nello stesso ospedale, dove si era fatta portare per alcune contusioni riportate nella caduta. E’ stata lei stessa, una volta al pronto soccorso, ad avvisare gli agenti.

DESTRA ALL’ATTACCO SULLA SICUREZZA A MILANO

“Nella Milano di Sala succede anche che un trentenne, alle 8 di mattina e in pieno centro, venga preso a coltellate alla gamba per aver difeso una donna da una rapina.
Questo episodio conferma non solo il livello di insicurezza della città, ma anche che, ormai, i cittadini siano costretti ad intervenire in prima persona per fermare i delinquenti. Rivolgo al giovane che ha dimostrato molto coraggio e un grande senso civico, qualità sempre più rare in una società in cui si fanno strada l’indifferenza e la paura, i miei più sentiti ringraziamenti e auguri di pronta guarigione. Sappiamo già che per Sala, che chissà su quale pianeta vive, Milano non è Gotham City e sappiamo già che nel 2025 i ‘ghisa’ conteranno oltre 500 uomini in più”. Lo afferma il Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia a Milano, Chiara Valcepina, commentando la rapina con accoltellamento avvenuta stamane alle 7.30 in Piazza Gae Aulenti. “L’ennesimo scippo avvenuto questa mattina in piazza Gae Aulenti è il risultato di tanti anni di lassismo sul tema della sicurezza da parte del centrosinistra che guida Milano. A ciò si aggiunge la mancanza della certezza della pena che incoraggia i malviventi ad agire senza grosse preoccupazioni. Vorrei ricordare che, secondo i dati Areu, Piazza Gae Aulenti è tra i luoghi della città in cui avviene il numero maggiore di reati violenti, dopo la zona della Stazione Centrale e insieme a Porta Ticinese e Porta Garibaldi. Tutte zone centrali che sono anche il biglietto da visita di Milano, ostaggio di malviventi, in maggior parte extracomunitari”. Lo afferma Romano La Russa, assessore regionale lombardo alla sicurezza e vicecoordinatore regionale di Fratelli d’Italia. “Voglio, naturalmente, esprimere la mia solidarietà alla vittima dello scippo e al giovane che è intervenuto per sventarlo e si è “guadagnato” due coltellate alle gambe. Il suo è un gesto coraggioso e di alto senso civico che deve costituire un esempio per tutti”, conclude La Russa.

MAJORINO: IL MINISTRO DELL’INTERNO E’ MOLTO DISATTENTO

“Sul tema sicurezza mi trovo d’accordo col sindaco Sala: il Ministro degli interni mi sembra molto disattento su questo aspetto. Inoltre, noi Regione Lombardia abbiamo bisogno di un piano straordinario sulla sicurezza per quanto riguarda i treni regionali: non è possibile che le donne e le ragazze debbano provare paura in certi orari e in certe tratte. La Regione non è stata minimamente attenta su questo aspetto negli ultimi anni”. Queste le dichiarazioni di Pierfrancesco Majorino, candidato Presidente alla Regione Lombardia, in occasione del convegno “Mettiamoci in gioco” contro il gioco d’azzardo presso Acli Milano.

(ITALPRESS).

Print Friendly, PDF & Email