Milano, da 2 a 28 milioni dalla sosta nel bilancio del Comune

Le previsioni per il 2023 vedono un deciso incremento degli incassi dalla sosta regolamentata dopo il Covid per la ripresa della mobilità.

33

Nel bilancio di previsione del Comune di Milano aumentano di molto gli introiti per la sosta regolamentata dopo che a causa dell’emergenza Covid c’era stato uno stop. Si passa infatti, come spiegato in commissione consiliare, dai 2 milioni nel preventivo 2022 ai 28 milioni del preventivo 2023. La differenza è dovuta ad una ripresa della mobilità rispetto al periodo della pandemia e al fatto che a Milano nel 2020 a causa dell’emergenza era stato sospeso il pagamento della sosta. Nel 2021 con l’emergenza sanitaria ancora in corso, l’utilizzo massicciò dello smart working e nuove ipotesi di chiusure hanno portato il comune a tenere un previsionale molto basso nel 2022. Nel 2023 si aggiunge poi l’estensione delle strisce blu anche in zone attrattive dove erano presenti ancora le strisce bianche, a tutela della sosta dei residenti che possono parcheggiare indifferentemente sulle strisce gialle e blu. Ad esempio sono in fase di progettazione nuove strisce blu nella zona di Rogoredo, di Corvetto, nell’area di via Porpora e piazza Udine e, dove non ci sono, vicino alle nuove fermate della M4. Inoltre è prevista l’estensione fino alle 19 della sosta nelle zone esterne al tracciato della 90 – 91 dove al momento il pagamento è dalle 8 alle 13. Per quanto riguarda invece le entrare da vendita dei biglietti. I proventi passano da 320 milioni, secondo il previsionale 2022, a 395 milioni per il 2023, con un 2022 che si è chiuso a consuntivo con circa 330 milioni. Per un aumento di 65 milioni.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio