Sedicenne rapinato e picchiato sui Navigli, FdI contro Sala

La vittima è il figlio del consigliere regionale Fabio Altitonante, che è stato operato a un timpano. Valcepina (FdI): "Sono oltre sei anni che Sala continua a ripetere che la situazione della sicurezza a Milano non è poi così disastrosa".

8

Il figlio sedicenne del consigliere regionale lombardo Fabio Altitonante, si è dovuto sottoporre ad un intervento al timpano in seguito alla violenta rapina da parte di una baby gang subita sui Navigli. “A lui i miei auguri di pronta guarigione”. Lo afferma il Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia a Milano, Chiara Valcepina. “Questo, purtroppo, è solo uno dei tanti episodi violenti verificati a Milano nella zona dei Navigli. La delinquenza, in città, è diffusa ovunque. Attorno alle stazioni e nelle aree verdi, usate come bivacco da balordi, spesso extracomunitari sprovvisti di permesso di soggiorno o, addirittura, destinatari di mandati di espulsione, principalmente dediti allo spaccio. Mentre le zone della movida sono quelle in cui si verificano specialmente rapine e aggressioni da parte di gruppi di delinquenti, come in questo caso. È ovvio che non si possa continuare in questa direzione. Ormai sono oltre sei anni che Sala continua a ripetere che la situazione della sicurezza a Milano non è poi così disastrosa, rimanendo impassibile di fronte a tutto ciò che accade. Se un 16enne viene aggredito in pieno centro da una banda di giovani balordi, se una donna deve avere paura di essere molestata girando da sola per la città, se avvengono continuamente accoltellamenti per strada, forse qualcosa non sta andando nel verso giusto. E ha voglia, il primo cittadino, a dire che il capoluogo lombardo non è come Gotham City. I
milanesi non possono avere paura di uscire di casa”, conclude Valcepina.(ITALPRESS).

Commenti FB