Milano, sequestrati 300 kg di botti di capodanno

I fuochi artificiali erano infatti detenuti all'interno di locali inidonei, privi di un adeguato sistema antincendio e in violazione alle prescrizioni di sicurezza stabilite dalla legge.

7

Oltre 24mila articoli pirotecnici, contenenti in totale 17,5 chili di polvere esplosiva e conservati in luoghi non a norma, sono stati sequestrati in seguito a due diversi interventi del Gruppo Operativo Anti Contraffazione della Polizia Locale di Milano a cavallo di Capodanno. La distruzione dell’ingente quantità di materiale pericoloso è avvenuta ieri presso un centro di smaltimento di munizioni, come previsto dalla normativa.
Nei giorni precedenti al 31 dicembre, gli agenti della Polizia Locale hanno svolto una serie di attività di controllo sulla vendita di prodotti pirotecnici a Milano, verificando anche il rispetto della normativa di stoccaggio e conservazione.
Il mancato rispetto di questa normativa ha portato al sequestro di 24.232 articoli pirotecnici del peso complessivo di circa 300 chili. I fuochi artificiali erano infatti detenuti all’interno di locali inidonei, privi di un adeguato sistema antincendio e in violazione alle prescrizioni di sicurezza stabilite dalla legge. In particolare, in un esercizio commerciale, il materiale esplosivo era posizionato vicino a cavi elettrici e a stretto contatto con carta, indumenti, oggetti in plastica e altro materiale altamente infiammabile come vernici, accendini a gas, bombolette di propano.
Quattro persone, titolari di un negozio in zona Baggio, nel Municipio 7, e in zona Cimitero Maggiore, nel Municipio 8, sono stati denunciati per detenzione di materie esplodente senza le prescritte cautele. Due di queste anche per aver venduto fuochi d’artificio a minori di 18 anni.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteCerca di evitare l’impatto con un cervo, muore in un incidente
Articolo successivoMeteo: “cambia tutto dopo l’Epifania, in arrivo perturbazione con pioggia, neve e vento”
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati