“Occorrono politiche che aiutino a far sistema, a fare leva sui capitali pubblici da parte dei capitali privati sempre nell’interesse del bene pubblico.” Lo ha dichiarato a Radio Lombardia la candidata Presidente alla Regione Lombardia, Letizia Moratti rispondendo a una domanda sui dati del booklet “Ricerca e Innovazione 2022” curato dal Centro Studi di Assolombarda secondo i quali la nostra regione si conferma leader in Italia in tema di innovazione e avanza in modo significativo anche in Europa ma risulta ancora lontana dalle performance registrate dalle principali regioni europee. Dalla ricerca si evince che la Lombardia è sede del 27% delle startup innovative, registra il 31% dei brevetti depositati in Europa e occupa il 33% dei lavoratori del manifatturiero high tech. Proprio sul tema brevetti Letizia Moratti ha aggiunto: “La Lombardia è sede del 31% del totale dei brevetti nazionali, è importante che la Lombardia nei prossimi mesi riesca a ottenere la terza sede (a Milano ndr) dell’Autorità Europea per i Brevetti che dovrà lasciare Londra a seguito della Brexit. Le decisioni non sono ancora state prese, è importante che Regione Lombardia da qui ad aprile, quando dovrebbe essere presa la decisione, faccia tutti i passi concreti e politicamenti rilevanti per poter avere l’assegnazione di questa sede importante insieme a Parigi e Francoforte”.

L’intervista integrale a Letizia Moratti.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteConsumi: Findomestic, spesa 2022 calata in tutte le regioni
Articolo successivoEcomafia, Legambiente: Lombardia si conferma prima regione del nord per numero di reati contro l’ambiente
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati