“Condivido l’analisi di Ferruccio De Bortoli. Abbiamo una destra sovranista che ha come modelli Orban e Putin. C’è la possibilità che gli si contrapponga una sinistra alla Mélenchon. Due visioni politiche nostalgiche che guardano al passato.” Così su Twitter Letizia Moratti, candidata alle regionali in Lombardia. “Si deve invece costruire un’alleanza innovativa tra moderati, liberali e riformisti che consenta di dare concrete risposte a quelli che Joseph Stiglitz definisce gli scontenti della globalizzazione.” Invece “dobbiamo costruire politiche più inclusive per rendere tutti partecipi del benessere che i lombardi sanno costruire grazie al loro lavoro e alla capacità di stare in un mondo globale e aperto – ha concluso Moratti – non consegnando la nostra Regione ai professionisti della politica del rancore”.

Commenti FB
Articolo precedenteAssociazione a delinquere per spacciare droga nei boschi: 17 arresti
Articolo successivoBlitz degli studenti ad Assolombarda, venerdì corteo per il “No Meloni Day”
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.