Accecato dalla gelosia, aveva installato delle videocamere in casa monitorando la compagna a sua insaputa. E dopo aver saputo la volontà di lei di porre fine alla loro relazione, l’ha minacciata di condividere una foto sua in atteggiamenti intimi con i suoi contatti personali e di lavoro. L’uomo, 52 anni, residente a Brugherio (Mb) è stato fermato dai carabinieri. Nei suoi confronti è scattato il divieto di avvicinamento alla donna, emesso dal Gip di Milao, con l’accusa di atti persecutori, interferenze illecite nella vita privata e accesso abusivo ad un sistema informatico.
Nel corso della relazione, l’uomo aveva iniziato ad assumere atteggiamenti di smodata gelosia, imponendo alla compagna , 47 anni, di scegliere fra lui e le sue amicizie, fino a impedirle di frequentare la propria famiglia d’origine. Per avere un costante controllo sulla consorte, inoltre, aveva installato delle videocamere nella sua abitazione, monitorandola a sua insaputa all’interno delle mura domestiche e ascoltando così le sue conversazioni telefoniche.
Immediato l’intervento dei carabinieri della compagnia di Monza, che tramite il racconto dei testimoni e servizi dedicati, hanno raccolto gli elementi necessari per ricostruire i fatti, permettendo alla Procura della Repubblica di Milano di richiedere con tempestività una misura cautelare.
I carabinieri di Brugherio hanno quindi eseguito negli scorsi giorni l’ordinanza del divieto d’avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.  La perquisizione ha permesso di trovare  dispositivi elettronici e account che l’uomo avrebbe usato per realizzare riprendere la donna, materiale sottoposto a sequestro in attesa di ulteriori accertamenti.
I comportamenti dell’uomo, definiti dal Gip “una vera e propria persecuzione” nei confronti della donna e “lesivi della sua dignità e reputazione, oltre che riservatezza”, avevano costretto la vittima a modificare profondamente le proprie abitudini di vita, causandole un forte timore per la propria incolumità.
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.