L’Arcivescovo di Milano incontra il mondo dello sport

Lunedì 17 ottobre al Centro Sportivo di Cornaredo (Mi), l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini onsegnerà ai ragazzi che praticano attività sportiva una lettera che quest’anno ha come tema l’eccellenza.

15

Domani, lunedì 17 ottobre, alle  20.45, al Centro Sportivo di Cornaredo (MI), l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini incontrerà il mondo dello sport. Durante l’evento, promosso dalla Fondazione Oratori Milanesi (FOM) e dal Servizio per l’oratorio e lo sport della Diocesi di Milano, monsignor Mario Delpini, come da tradizione, consegnerà ai ragazzi che praticano attività sportiva una lettera che quest’anno ha come tema l’eccellenza.
«Gli atleti di ogni sport e di ogni età cercano l’eccellenza come un risultato dell’impegno profuso per dare il meglio di sé. (…) La sfida è quindi quella di vincere la mediocrità, quell’assestarsi nella pigrizia, quel deprimersi nella rassegnazione. La vocazione all’eccellenza per i cristiani si accompagna alla persuasione che la vita sia vocazione e che la santità sia la terra promessa verso la quale vale la pena di mettersi in cammino»: così mons. Delpini scrive in un passaggio della lettera che verrà consegnata ai presenti nella serata di lunedì, aggiungendo: «Ci affascina l’idea che la città prenda il volto di un villaggio olimpico: abitato da persone così diverse eppure così apprezzabili, perché si distinguono per l’eccellenza con cui contribuiscono alla bellezza del convivere».

Il tema dell’eccellenza è legato a “Orasport on fire tour”, il progetto educativo triennale della FOM che coinvolge oratori, società sportive e scuole di ispirazione cristiana in un percorso verso le Olimpiadi invernali di Milano Cortina 2026, mirando alla crescita integrale della persona fondata sui principi della Carta olimpica. Nei prossimi due anni l’iniziativa punterà su altri due valori fondamentali dello spirito olimpico: la solidarietà e il rispetto.

Per l’occasione, lunedì si accenderà per la prima volta la speciale fiaccola di “Orasport on fire tour” che sarà affidata ai rappresentanti della Pastorale giovanile del decanato di Rho: sarà questa, infatti, la prima tappa di un itinerario che toccherà tutto il territorio diocesano attraverso le sette zone pastorali e i 63 decanati in cui è divisa la Diocesi ambrosiana. In ognuna di queste zone saranno contestualmente attivate esperienze formative e sportive coinvolgendo ragazze e ragazzi anche con il contributo di campioni dello sport olimpico e paraolimpico invitati a testimoniare le loro esperienze con video e incontri in presenza.

A Cornaredo, interverranno Simone Barlaam, nuotatore con un palmares ricco di medaglie, tra cui un oro alle Paralimpiadi di Tokyo 2020,  Riccardo Cardani, atleta paralimpico di snowboard che si sta preparando per i Giochi del 2026, Paolo Porro, giovane pallavolista della Powervolley Milano con già alcune presenze nella nazionale maggiore, e un calciatore della prima squadra del Monza.
Per i ragazzi presenti alla manifestazione saranno organizzati momenti di gioco, animazione e confronto con i campioni dello sport.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.