Due giorni fa, a Roma, c’è stata una grande manifestazione della Cgil, ovvero del più grande sindacato italiano. Ovviamente di motivi per manifestare, per quanto riguarda il mondo del lavoro, ce ne sono a iosa. Per esempio, il fatto che i salari italiani sono gli unici in Europa, insieme alla Grecia, che sono diminuiti rispetto a 20 anni fa. Una roba che solo a pensarci viene il mal di testa e ci sarebbe da vergognarsi, chiunque abbia governato.

Poi c’è la questione degli incidenti sul lavoro: come si può morire di lavoro, ancora oggi?

Tre morti al giorno, da inizio anno 677 vittime. Una vergogna, per chiunque abbia governato. Poi c’è la questione degli schiavismi: il rider licenziato da un algoritmo è solo l’ultimo caso, ma c’è la povera gente che da Nord a Sud vive situazioni allucinanti. A Milano una camera (non una casa, una camera), viene affittata a oltre 700 euro.

Risultato: un operaio non può affittare una camera. Nel Meridione il lavoro, quando c’è, è di bassa qualità. Roba da vergognarsi, chiunque abbia governato. Detto questo, e sia detto sommessamente.

Continua su

Politici in cerca di una nuova verginità

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.