Sanità, Letizia Moratti in visita alla Rsa della Comunità Ebraica

Visita della Vice Presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia alla Residenza Arzaga. L'incontro è stato organizzato da  Enrico Mairov, presidente dell’associazione Nuova UDAI 10.0.

20
Da sinistra: Manfredi Palmeri, Raffaele Besso, Davide Nassimiha, Enrico Mairov, Letizia Moratti, Alfonso Sassun, Luciano Bassani, Walker Meghnagi.
Visita della Vice Presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia alla Residenza Arzaga la resdenza per anziani della Comunità ebraica di Milano. La struttura è dotata di 60 camere di cui 42 doppie e 18 singole.
L’incontro, che si è svolto ieri pomeriggio, 27 luglio, è stato organizzato da  Enrico Mairov, presidente dell’associazione Nuova UDAI 10.0 e da Luciano Bassani, assessore della Comunità Ebraica alla RSA e ai Servizi Sociali. Nel suo intervento la vicepresidente di Regione Lombardia ha parlato dell’impegno del personale in questi tempi di pandemia e dell’importnaza del rapporto con gli anziani: “noi rischiamo di non avere la consapevolezza del rispetto delle tradizioni e della storia e voi siete i depositari di tutto quello che è necessario trasmettere alle nuove generazioni, anche quei drammi che abbiamo vissuto nel secolo scorso e che non bisogna mai dimenticare”. Enrico Mairov dal canto suo ha ribadito che la nuova UDAI  “sta lavorando per rafforzare i legami con Israele, e anche grazie a Letizia Moratti come sindaco di Milano, assieme a un altro grandissimo amico come il nostro presidente onorario Gabriele Albertini, noi oggi possiamo godere di questa amicizia che ci permette, anche come Sanità della Comunità, di portare molte innovazioni, per migliorare le prestazioni sanitarie alla nostra popolazione”.
Commenti FB
Articolo precedenteMessa in mare, il don indagato per “offesa a confessione religiosa”
Articolo successivoElezione, Sala: mio impegno è allargare il campo, spero nessuno ponga veti
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.