Home News Salute Mentale, Carretta (Azione): psicologo di base per tutti i lombardi

Salute Mentale, Carretta (Azione): psicologo di base per tutti i lombardi

Il consigliere regionale ha presentato questa mattina una mozione che sarà discussa e votata dal Consiglio Regionale nella seduta di martedì 18 gennaio.

Il consigliere regionale Niccolò Carretta (Azione – Carlo Calenda) ha presentato questa mattina una mozione che sarà discussa e votata dal Consiglio Regionale nella seduta di domani, martedì 18 gennaio. Il tema della proposta del Consigliere bergamasco è la salute mentale, con particolare attenzione all’attivazione del servizio e della figura dello Psicologo di Base per tutti i cittadini e le cittadine lombarde.
“I dati sulla salute mentale della popolazione parlano chiaro: la pandemia, il lockdown, la scarsa socialità e la paura in questi due anni hanno inciso in maniera decisiva sulla psiche di tutti noi. A farne le spese, soprattutto bambini, pre adolescenti e adolescenti, ma anche donne e uomini di tutte le età”.

Regione Campania e Regione Lazio si sono mosse, la prima addirittura con una Legge, per attivare un percorso di sensibilizzazione.
“Anche Regione Lombardia – dichiara Carretta – deve fare un passo in avanti: non si può ignorare la richiesta di aiuto che arriva da tutti gli studi che sono stati pubblicati in questi mesi: la salute mentale è salute a tutti gli effetti e i cittadini lo hanno capito molto bene durante questa terribile pandemia”.
Il Dipartimento di Scienze Biomediche di Humanitas University ha rilevato, oltre a un peggioramento nei rapporti con il partner e con i propri figli, un incremento della fatica percepita durante lo svolgimento di attività lavorative e un sensibile calo della concentrazione nello studio, anche un drastico aumento di assunzione di antidepressivi, ansiolitici e sonniferi.
Save the Children ha coinvolto oltre 1000 docenti, i quali hanno dichiarato di aver rilevato perdita di apprendimento, attenzione e concentrazione, disturbi psicologici in aumento, povertà e abbandono scolastico nelle loro classi.
Il Coordinamento Nazionale per la Salute Mentale ha richiamato più volte l’attenzione delle istituzioni sulla necessità di rafforzare la rete dei Servizi Pubblici, evidenziando l’urgenza di adottare piani d’azione per i disturbi emotivi comuni e potenziare, alla luce del malessere psichico diffuso.
“Il tema della salute mentale sta diventando sempre più urgente: è per questo che chiedo una rivoluzione culturale da parte di Regione Lombardia attraverso questa mozione.
Le richieste specifiche, dichiara Carretta, sono principalmente tre e riguardano l’introduzione, anche sperimentale, dello psicologo delle cure primarie nei servizi offerti dagli erogatori pubblici e privati accreditati oltre che nelle equipe di medicina territoriale, ma anche di prevedere un Fondo regionale per un Bonus al fine di favorire l’accesso alle cure per la salute mentale per giovani e fasce più fragili della popolazione e infine di garantire l’inserimento delle psicologhe e degli psicologi nei presidi territoriali e delle nuove Case della Comunità.”

“Ci tengo a ringraziare tutte le persone che mi hanno scritto supportando la proposta, il gruppo di Azione Lombardia che ha, da tempo, seguito il tema e la Dott.ssa Maria Angela Abrami, responsabile UOS Psicologia Clinica e del Benessere Psicologico degli Spedali Civili di Brescia, per aver rappresentato l’Ordine degli Psicologi Lombardi e per il supporto che l’Ordine ha voluto accordarmi”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version