Vaccinazioni, Moratti: da giovedì insieme terza dose e antinfluenzale

48

“Oggi diamo il via ad una nuova tappa di questo piano vaccinale che prosegue con successo come ha confermato ieri anche il generale Figliuolo. Per tutte le fasce di età cresce, infatti, di giorno in giorno, il numero di vaccinati”. Lo ha spiegato la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti nel corso della conferenza stampa sull’andamento della campagna vaccinale lombarda. “Da giovedì, negli hub vaccinali lombardi, ci sarà la possibilità di somministrare, in maniera abbinata, il vaccino anti Covid assieme al vaccino antinfluenzale a chi ne ha diritto. Il commissario Figliuolo – ha proseguito – ci ha concesso di vaccinare tutti coloro che hanno accesso ai servizi sanitari a qualsiasi titolo e hanno ricevuto la seconda dose da sei mesi: medici, infermieri, Oss, addetti alle mense, addetti alle pulizie, volontari del soccorso potranno dunque ricevere la terza dose. Ema ha inoltre appena approvato la somministrazione della terza dose anche agli over 18: Regione Lombardia anche per questo calendario, è già pronta ad attivarsi sulla base delle indicazioni che arriveranno dal Ministero della Salute”. “Affrontiamo questa ulteriore fase con grande fiducia. I numeri, del resto – ha sottolineato ancora la vicepresidente – ci fanno guardare al futuro con cautela, ma anche con serenità. Continuiamo a restare in zona bianca. L’alta adesione al piano vaccinale sta infatti dando risultati positivi sia sul numero sempre in diminuzione dei contagiati, che per quanto riguarda la diminuzione della pressione sugli ospedali, che ora possono concentrarsi su tutto il resto e non solo sulla lotta al Covid”. “I nostri concittadini hanno aderito con grande senso civico alla campagna. Prezioso è stato infine – ha sottolineato – il supporto del personale medico, dei medici di medicina generale, del personale dell’esercito, dei volontari della protezione civile, che ancora una volta ringrazio”. “Siamo ormai – ha concluso la vicepresidente – un’eccellenza internazionale nell’ambito del piano vaccinale: terzi in Europa dopo Portogallo e Danimarca e quarti al mondo, dietro a Israele, Portogallo e Danimarca”.

Commenti FB
Articolo precedenteConfesercenti Lombardia, Gianni Rebecchi confermato Presidente
Articolo successivoLa solitudine vergognosa di Raggi e Bernardo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati