Cantú: lavoro nero all’autolavaggio, arriva la Finanza

Tre lavamacchine in nero su cinque: sanzioni per migliaia di euro al titolare che ha potuto riaprire l’attività solo dopo averli regolarizzati.

40

I Finanzieri della compagnia di Erba hanno scoperto, in un autolavaggio a Cantù (CO), tre lavoratori su cinque due di origini Pachistane ed uno d’origine Ivoriana, impiegati come lavamacchine. I militari hanno sanzionato il gestore con una multa di oltre 10 mila euro, 5400 se pagata entro 120 giorni. È stata inoltre disposta, dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Como-Lecco, la sospensione dell’attività, in quanto, nel giorno dell’intervento, i lavoratori in nero accertati superavano la soglia del 20% della totalità dei lavoratori impiegati. L’attività ha potuto riprendere nei giorni successivi perché l’esercente ha provveduto alla regolarizzazione dei 3 lavoratori in nero.

Print Friendly, PDF & Email