Comunali, Sala: successo dipende in parte significativa da Pd [VIDEO]

15

Da quello che vediamo dai vari sondaggi che girano, più o meno credibili, è chiaro che il PD è un asse importante della mia candidatura, nella lista ci sono un po’ di nomi conosciuti uscenti e un po’ di nuovi, mi pare una buona composizione e io ci conto molto perché il successo dipende in parte significativa dal Pd”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala a margine della presentazione della lista dei Radicali, questa mattina in piazza Cordusio. “Tra l’altro trovo buffo che non si sappia ancora quando si vota, ormai tutti parlano del 3 ottobre, ma proprio per questo sono due mesi soli, quindi bisogna utilizzare bene agosto”. Il mese di agosto “voglio utilizzarlo personalmente per stare in giro, nei Municipi: la battaglia dei Municipi secondo me è anche più importante di cinque anni fa, quando ero meno preparato all’importanza dei Municipi, invece questa volta ci tengo che si vinca nei Municipi perché le nostre politiche possono essere portate avanti anche lì. Per cui io aspetterò agosto per stare in giro per la città e per dare attenzione nei Municipi avendo anche a questo punto definito chi sono i nove candidati”.

Commenti FB
Articolo precedenteMoto raduni San Siro, controlli e multe [VIDEO]
Articolo successivoColtellate in via Padova: trentenne in gravi condizioni
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.