Smog, Monguzzi (Pd): Assomobilità come studenti ciucchi. La replica: prendere atto evidenze

98

“Che noia i commercianti. Ancora oggi sostengono che le auto non sono la causa principale dello smog. Ancora oggi ripetiamo i dati Arpa (confermati da tutti gli altri studi) che dicono che a Milano il 45% del pm10 è dovuto al traffico autoveicolare. Magari, come i miei studenti più ciucchi, a furia di ripeterglielo, imparano”. Così il presidente Pd della Commissione Ambiente di Palazzo Marino Carlo Monguzzi commenta le dichiarazioni di Simonpaolo Buongiardino, presidente di Assomobilita’ (Confcommercio Milano) e Federmotorizzazione, che ha appoggiato la richiesta di Regione Lombardia di prorogare il divieto di circolazione per i diesel Euro 4 sostenendo che “il traffico automobilistico non è la principale causa dell’inquinamento atmosferico: si tratta di un’evidenza che affermiamo da tempo e che riemerge dai dati di questi giorni”. “Non sono in genere avvezzo a rispondere alle provocazioni se non sono dotte e argomentate”. Così Buongiardino commenta a caldo le affermazioni di Monguzzi. “Non capisco il significato di ‘ciucchi’ perché, se è il plurale di ciucco, si tratta dell’espressione dialettale di ubriaco. Se invece, come appare, si richiama l’ambiente scolastico, intendendo ‘ciuchi’ ovvero asini, l’asino è un animale molto intelligente e paziente”. “E l’intelligenza – ricorda Buongiardino – si dimostra anche prendendo atto della realtà dei dati e delle evidenze scientifiche”.

Commenti FB
Articolo precedenteTiromancino, si intitola “Cerotti” il nuovo inedito
Articolo successivoCovid, in Lombardia ieri effettuate 7.800 vaccinazioni
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.