“La zona arancione viene dichiarata da oggi, domani l’ordinanza viene pubblicata sulla Gazzetta ufficiale e per una questione tecnico burocratica entra in vigore il giorno successivo” quindi da domenica. Lo ha detto il presidente della Regione Attilio Fontana in un punto stampa a Palazzo Lombardia. “Cambia che i negozi verranno riaperti, la scuola media verrà svolta in presenza e all’interno del Comune si potrà circolare liberamente senza autocertificazione. Questi sono i grossi cambiamenti” ha spiegato il Presidente lombardo. “Credo che si debba dire prima di tutto grazie ai lombardi perché se ciò si è ottenuto è grazie al rispetto delle norme e delle limitazioni in queste settimane”. Fontana ha poi spiegato che “bisogna assolutamente tenere in considerazione che siamo in una situazione in cui il virus c’è ed è ancora pericoloso. Dobbiamo ribadire, sottolineare ed insistere perché i comportamenti attenti e rispettosi delle regole come distanziamento, uso della mascherina e lavaggio delle mani devono essere ancora mantenuti. Bisogna far capire ai cittadini che non è iniziata la stagione del liberi tutti e in cui ci si può comportare come ci si comportava prima”.

Commenti FB
Articolo precedenteCovid, in Lombardia diminuiscono i ricoverati: 5.389 i positivi (13,1%) e 181 decessi
Articolo successivoLombardia arancione, ecco le regole
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.