Sondalo, in migliaia a difesa dell’ospedale Morelli

Un successo la manifestazione organizzata a Sondalo (SO) a difesa dell'ospedale Morelli contro il piano di ridimensionamento di Regione Lombardia.

256

Un successo la manifestazione organizzata ieri sera a Sondalo (SO) a difesa dell’ospedale Morelli contro il piano di ridimensionamento di Regione Lombardia. Oltre 3000 le persone che si sono presentate all’appuntamento convocato dal Comitato e dai sindaci dell’alta valle. La preoccupazione è forte in queste zone perché senza il presidio di Sondalo, con un pronto soccorso e reparti di eccellenza, resterebbe solo l’ospedale di Sondrio. Il Morelli è stato riconvertito a ospedale per la cura del Covid e le altre attività sono state trasferite a Sondrio. Ilaria Peraldini, sindaco di Sondalo, ha detto che la Regione aveva assicurato che dopo l’emergenza Covid sarebbe stata ripristinata la normale attività dell’ospedale e che per i pazienti Covid sarebbero stati messi a disposizione due padiglioni “ma alle parole non sono seguiti i fatti”. Il sindaco ha detto anche: “ci hanno accusato di non dire la verità, perché non è prevista la chiusura del Morelli. Ma il Morelli, se la Regione segue il piano del Politecnico, è già morto”. Fischi per la consigliera regionale della Lega Simona Pedrazzi, invitata a salire sul palco. Assente l’assessore regionale alla Montagna, il valtellinese Massimo Sertori (Lega). La Lega è il partito più votato in provincia di Sondrio e comanda in Regione, la stessa che ora vuole cancellare il Morelli.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.