Villa in Sardegna da 16 milioni di euro, appartamento in centro a Milano con affitto da 110mila euro l’anno, ma per il fisco italiano guadagnava meno di 5 mila euro annui. Protagonista Alessandro Jelmoni, un broker di San Donà di Piave (in provincia di Venezia) già condannato a 10 anni e 7 mesi per fatture false, dichiarazione fraudolenta, trasferimento fraudolento di valori e appropriazione indebita per episodi risalenti al 2012. Tra i beni sequestrati dalla Guardia di Finanza di Milano all’“ingegnere fiscale” del Veneziano, oltre alla villa e la lussuosa abitazione, anche 67 oggetti d’arte e di antiquariato, tra cui dipinti di noti artisti come Pablo Picasso, Lorenzo De Caro e Niccolò Cassana. I giudici, disponendo il sequestro come misura di prevenzione, hanno accertato la sua «pericolosità sociale» dal punto di vista economico-finanziario.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.