Giornata Mondiale dell’Ambiente, i bambini intervistano la politica

49

Si è conclusa con la promessa di rivedersi “in presenza” appena possibile, tra qualche mese, la conferenza stampa dedicata ai bambini dal titolo “I bambini intervistano la politica”, che Legambiente Lombardia ha organizzato sulla propria pagina facebook (@legambiente.lombardia) con il sindaco di Milano Beppe Sala e la deputata Rossella Muroni, organizzata in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Le domande sono state mandate nei giorni scorsi dai bambini tra i 9 e i 13 anni in forma di messaggio vocale, e hanno piacevolmente sorpreso i politici intervistati: “Le bambine e i bambini mi hanno fatto le domande a cui è assolutamente necessario che la politica risponda e si ponga come priorità” ha detto Muroni alla fine del proprio intervento, mentre il sindaco Sala li ha invitati a “tirarmi le orecchie se ci metto troppo tempo a rispettare gli impegni presi con voi oggi”. Il tema al centro delle domande è stata la scuola e il suo rapporto con l’ambiente, a 360 gradi: l’edilizia scolastica, l’educazione ambientale, la possibilità di rendere più belle le scuole e più facile arrivarci in bici, a piedi, con i mezzi pubblici. La risposta della politica nazinoale, per bocca di Rossella Muroni: “Faremo di tutto per riportarvi a scuola in sicurezza”.
“Siamo orgogliosi dei bambini che sono stati coinvolti  e ci dà nuovo entusiasmo per continuare il nostro lavoro sapere che lasceremo il pianeta a dei cittadini così attenti e decisi a rispettarlo – dice Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia – ringraziamo i politici che hanno risposto, e vogliamo rassicurare i nostri piccoli concittadini: saremo con loro nel chiedere che gli impegni presi oggi vengano rispettati”.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente continua sulla pagina Facebook di Legambiente Lombardia con appuntamenti tematici per tutto il pomeriggio.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.