Coronavirus, Pizzul (PD): “la vera sfida al Covid si gioca sui territori e non all’interno dei palazzi”

"Più strategia comunicativa che epidemiologica", sostiene il capogruppo dei Dem. E il PD pensa a Tito Boeri come coordinatore economico post emergenza.

47
Il capogruppo Pd in Regione Lombardia Fabio Pizzul

“Purtroppo dall’inizio di questa crisi Fontana e la giunta si sono chiusi a Palazzo Lombardia e questo essersi chiusi, arroccati, quasi ‘quarantenati’ anche dal punto di vista pratico a Palazzo Lombardia ha fatto perdere di vista una considerazione che in molti fanno” e cioè che “la vera sfida al Covid si gioca sui territori e non all’interno dei palazzi”: così il capogruppo Pd Fabio Pizzul nel corso di una conferenza stampa al Pirellone per presentare le proposte dei Dem per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.
“Fin dall’inizio di marzo abbiamo cercato di interloquire di fare giungere le nostre considerazioni – ha detto Pizzul – ma la chiusura nel palazzo è stata evidente e a volte irritante”. “La sensazione – ha affermato – è che sia fatta più strategia comunicativa che una strategia epidemiologica su questa vicenda e ne stiamo pagando in parte le conseguenze”. Pizzul ha anche riferito che è stato “chiesto più volte al presidente Fontana di avere incontri puntuali come capigruppo, ma sono stati fatti solo due incontri, uno il 6 marzo a Palazzo Lombardia e uno dopo 15 giorni in conferenza telefonica senza la reale possibilità di trasferire le nostre proposte”. “Il nostro ruolo come presidio territoriale, di contatto con i territori risulta fondamentale – ha concluso Pizzul – e rilanciamo alla Giunta e al presidente Fontana una possibilità di collaborare per riuscire a delineare al meglio una strategia”.

Il Pd in consiglio regionale pensa a Tito Boeri come figura chiave per coordinare la ricostruzione del tessuto economico della Lombardia al termine dell’emergenza Coronavirus. Il nome dell’ex presidente dell’Inps è stato fatto questa mattina dai Dem in una conferenza al Pirellone dove il capogruppo Fabio Pizzul e i consiglieri Carmela Rozza, Samuele Astuti e Gianantonio Girelli hanno illustrato le proposte – rivolte alla Giunta – per la ripartenza. “Chiediamo da subito una cabina regia regionale che tenga insieme politica e scienza e categorie, per confrontarci assieme e per costruire un piano industriale completamente nuovo”, ha detto Astuti che è anche componente della commissione Attività Produttive. “Abbiamo un nome da proporre, figura di autonomia, che ci può aiutare in questo percorso”. Anche il capogruppo Pizzul ha parlato di Boeri come “di un possibile soggetto che tenga assieme tutte le competenze necessarie” della cabina di regia. “Una persona che tenga assieme e faccia dialogare i diversi mondi”, ha detto.
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.