I casi totali di positività al coronavirus in Lombardia sono saliti a 14. Oltre ai 6 casi già comunicati questa mattina altre 8 persone sono risultate positive ai tamponi all’ospedale di Codogno: 5 tra medici e infermieri e 3 cittadini. E’ stato riferito durante la conferenza stampa in Regione dall’assessore al Welfare Giulio Gallera. Intanto il presidente Fontana e il ministro Speranza hanno firmato un’ordinanza con misure “molto precise” che riguardano l’area in cui abitano e si spostano le persone che sono state individuate come positive. L’obiettivo, è stato spiegato durante la conferenza stampa dove erano presenti oltre al ministro e al governatore, il già citato assessore al Welfare Giulio Gallera e il Capo Dipartimento della protezione civile nazionale, Angelo Borrelli, è quello di “contenere” in possibili casi di contagio in un’area circoscritta attorno a quella dove si sono verificati i primi casi. I comuni sono: Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Maleo, Fombio, Bertonico, Castelgerundo, Terranova dei Passerini, Somaglia e San Fiorano. Tra i punti dell’ordinanza per i Comuni dell’area del lodigiano dove si sono verificati i casi di Coronavirus, come è stato spiegato durante la conferenza stampa  ci sono misure come la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, delle attività commerciali, escluse quelle di pubblica utilità; sospensione attività lavorative, favorendo però modalità come il telelavoro; attività ludiche e sportive e attività educative e dell’infanzia.

Commenti FB
Articolo precedenteDisabile espulso, scuola condannata per discriminazione
Articolo successivoCoronavirus, isolati 10 comuni nel lodigiano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.