Dopo aver attraversato tutta l’Italia, gli Stati Uniti e aver entusiasmato la Russia, la Cina e la Turchia con il Diapason Worldwide Tour, in cui ha presentato dal vivo i brani contenuti nel nuovo disco di inediti, Roberto Cacciapaglia ritorna in tour in Italia dal 26 febbraio al 4 aprile e dal 10 maggio con una lunga tournée in Russia. I concerti saranno l’occasione per ascoltare dal vivo sia i nuovi brani tratti da “DIAPASON” sia i grandi capolavori del Maestro che, solitamente accompagnato dalla Royal Philharmonic Orchestra e da altre prestigiose orchestre internazionali, si esibirà eccezionalmente al piano solo. “DIAPASON – Piano Solo” (Believe Distribution Services), uscito lo scorso il 24 gennaio, è l’ultimo disco del pianista e compositore, versione per pianoforte solo del lavoro di inediti “DIAPASON” registrato con la Royal Philharmonic Orchestra negli Abbey Road Studios di Londra. «Spesso ho definito il pianoforte strumento centrale del mio lavoro. L’orchestra e gli strumenti elettronici sono come delle costellazioni, delle onde sonore, ma il sole, lo strumento centrale ed essenziale, rimane il pianoforte. È da sempre lo strumento con cui mi esprimo, uno specchio che mi permette di tornare all’essenza.» – racconta Roberto Cacciapaglia – «Il rapporto che ho con questo strumento da anni è in stretta relazione con la mia ricerca di evoluzione. Davanti al pianoforte ho modo di sentirmi in un fluire vasto e senza limiti, ho l’opportunità di trasmettere e di comunicare quello che provo, quello in cui credo. Per questo ho deciso di realizzare una versione per pianoforte solo del mio ultimo lavoro di inediti “Diapason” e di dedicare un intero CD e un nuovo tour a questo strumento, per condividere un’esperienza intima e profonda con chi ascolta la mia musica ed è interessato al mio lavoro.» – continua il pianista e compositore – «Il pianoforte è il suono centrale in una dimensione che si espande e le sue emanazioni armoniche diventano raggi, che rimangono nell’aria e hanno la capacità di entrare e permeare una dimensione trasparente, un livello profondo. Mentre suono metto in relazione uno stato interiore di presenza con la produzione e la propagazione del suono». Nella musica di Roberto Cacciapaglia convivono l’età classica, la tradizione, le avanguardie e la contemporaneità. Nella sua esplorazione continua, ha toccato tutti i generi e tutti i campi per scoprirne l’essenza, il principio che va oltre le divisioni. Il suono diviene sguardo profondo davanti al mistero delle cose, attraverso il quale si arriva ad una consonanza, ad un’armonia profonda.

Ecco le prime date del tour italiano annunciate: 26 FEBBRAIO 2020 ORE 21:00 MANTOVA TEATRO BIBIENA – RASSEGNA PIANI E FORTI Per informazioni: EVENTI VERONA SRL 045/8039156  www.eventiverona.it PREVENDITE: www.ticketone.it www.vivaticket.it ;20 MARZO 2020 ORE 20:45 MILANO CONSERVATORIO – SALA VERDI Per informazioni: www.internationalmusic.it PREVENDITE: www.ticketone.it www.vivaticket.it

Commenti FB
Articolo precedenteAllarme siccità, sul Po è come in estate
Articolo successivoPolizia Annonaria, chiusi tre minimarket a Milano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.