Infortuni mortali in Lombardia, +23% in due anni

63

Dai dati Inail arriva la drammatica conferma degli infortuni mortali in crescita. Sono infatti 171 i decessi nel 2019 contro i 163 del 2018 (+8,5%). Dall’analisi degli ultimi dati Inail sulle denunce di infortunio, condotta dal dipartimento Salute e sicurezza della Cisl Lombardia, confrontando i numeri col 2017 emerge un quadro ancora più preoccupante: +23% l’aumento degli infortuni mortali nel 2019, in confronto al 2017. A livello provinciale, la maglia nera degli infortuni mortali nel 2019 va a Monza e Brianza che raddoppia passando dai 7 del 2018 a 14 (+100%), Varese da 10 a 15 (+50%) e Brescia (+45%), da 22 a 32.  “I dati Inail ci confermano un trend negativo che dura ormai da tre anni e che anche nel 2019 non si è realizzata un’inversione di tendenza. Bisogna intervenire al più presto” sottolinea Pierluigi Rancati, segretario regionale Cisl Lombardia. “A dimostrazione che l’obiettivo degli infortuni mortali zero è possibile – aggiunge – va citata la provincia di Sondrio che, secondo i dati Inail passa da 6 del 2018 a zero nel 2019”. Sul fronte degli infortuni totali l’incremento registrato è sostanzialmente una conferma: +0,06%, (119.858 gli infortuni denunciati all’Inail nel 2018 e 119.930 nel 2019. Anche sul fronte delle malattie professionali si registra un incremento: da 4.115 denunce nel 2018 a 4.140 nel 2019.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.