Coronavirus, Gallera: coppia di cinesi non si è fermata a Milano [VIDEO]

200

I due cinesi affetti dal coronavirus e ricoverati allo Spallanzani di Roma non si sono fermati a Milano dopo essere atterrati a Malpensa il 23 gennaio scorso. Lo ha precisato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera che ha tenuto una conferenza stampa con il governatore Attilio Fontana per fare il ‘punto’ sulla situazione nel territorio regionale. “Abbiamo fatto 33 controlli, 28 sono sicuramente negativi altri 5 in fase di valutazione”.  Gallera ha anche ricordato le procedure e i protocollo attivati già le scorse settimane. C’è stata, ha detto “una grande capacità di reazione di sistema”. “Vedremo l’evoluzione – ha proseguito – ma siamo pronti a gestire qualunque tipo di situazione che avverrà da qui ai prossimi giorni o alle prossome settimane”.

Un pranzo a base di ramen e costine per combattere l’allarme per il coronavirus. Marco Barbieri, segretario Generale Confcommercio Francesco Wu, consigliere di Confcommercio Milano e referente della comunità cinese di Milano, e l’assessore al Commercio del Comune, Cristina Tajani, questa mattina si sono incontrati nel ristorante ‘Ramen a Mano’ di via Lomazzo, nel quartiere Sarpi, per sensibilizzare i cittadini contro i pregiudizi diffusi dopo l’emergenza coronavirus.

 

L’assessore Giulio Gallera e Francesco Wu, consigliere di Confcommercio Milano e referente della comunità cinese di Milano.

 

Commenti FB
Articolo precedenteAuricolari e microcamere per superare l’esame di teoria, ex scuola guida sotto sequestro [VIDEO]
Articolo successivoTrenord, da lunedì entra in servizio il primo Caravaggio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.