Aisla e Truppe Alpine al Niguarda contro la Sla

171

Un momento di incontro, festa, musica e una cerimonia per sancire una nuova alleanza nella lotta alla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica): lunedì 27 gennaio una delegazione del Comando delle Truppe Alpine dell’Esercito Italiano, insieme alla Fanfara della Brigata Alpina “Taurinense”, saranno all’Ospedale Niguarda e al Centro Clinico NeMO di Milano per incontrare i pazienti e annunciare la collaborazione con Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, finalizzata a favorire l’informazione e la raccolta fondi a sostegno della lotta alla SLA.

L’appuntamento è a Milano in piazza Maggiore 3, di fronte all’ingresso principale dell’ospedale Niguarda, dove alle 14.00 inizierà il Gran Concerto della Fanfara della Brigata Alpina “Taurinense” dell’Esercito Italiano. L’esibizione proseguirà al blocco Sud per terminare al Centro Clinico NeMO.  La Fanfara della Brigata Alpina “Taurinense” è composta da 34 musicisti dei reggimenti alpini piemontesi. Il suo repertorio comprende – oltre le musiche di ordinanza militari – anche brani sinfonici e di musica leggera. L’evento è stato organizzato in prossimità della prima Giornata della memoria e del sacrificio alpino del 26 gennaio. All’incontro parteciperà anche il cantautore Ron, testimonial e consigliere di AISLA Onlus.

Commenti FB
Articolo precedenteGiornata della memoria, il Prefetto di Milano consegna le Medaglie d’Onore
Articolo successivoConsumi, Coldiretti: tagliata frutta e verdura
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.