Il sondaggio pubblicato oggi dal Corriere della Sera racconta una situazione politica a Milano ben precisa. Esiste Beppe Sala, e intorno il nulla. Lui è la narrazione, lui è l’operatività. Certo, con qualche eccezione, come il 20 per cento tra quelli che conoscono le attività della giunta che apprezza Pierfrancesco Maran. Ma di base esiste un super-Beppe, e intorno niente. Quel che però mi ha impressionato, leggendo i dati – che come tutti i sondaggi non sono il Vangelo – è la differenza tra il gradimento del sindaco e quello della sua squadra di governo. Il 62 per cento degli intervistati dice di non conoscere l’operato della giunta o gli assessori. E l’8 per cento dice che hanno lavorato male. Se si sommano i dati si può riassumere che per il 70 per cento il lavoro della giunta è neutro o, parzialmente, negativo. Il restante 30 per cento di voti positivi se lo spartiscono appunto Maran e Del Corno per la metà, e gli altri parcellizzati. Colpisce il fatto che la vicesindaco Scavuzzo, che dovrebbe avere una esposizione più alta, valga il 3 per cento di consensi. L’altro dato interessante riguarda i partiti. Matteo Renzi è arrivato a Milano per fare del capoluogo milanese il cuore della sua proposta politica. Addirittura si diceva che se in Italia fosse arrivato al 4 per cento, su Milano avrebbe raddoppiato. Invece, secondo il sondaggio, Renzi a Milano vale il 2,5 per cento, meno di Azione di Calenda che vale il 3,2. Dati da prendere con le pinze, che però portano a prevedere che in caso di amministrative una lista Sala andrebbe a drenare completamente questo bacino, “svuotando” di senso una proposta autonoma da parte dell’ex premier e dell’ex ministro. Che cosa vuol dire tutto questo? Due cose: per prima cosa che Beppe Sala sta comunicando molto bene. Per seconda cosa che gli assessori non stanno comunicando, o stanno comunicando molto male. Se è un bene, non si sa. Certo è che se Beppe Sala – cosa che pare improbabile – venisse chiamato a compiti più alti o diversi da quelli del candidato sindaco, per la sinistra milanese sarebbero dolori.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.