Autonomia, Fontana: “al ministro chiederò di andare avanti” [VIDEO]

38

Sull’Autonomia “ho letto talmente tante sciocchezze e le continuo a leggere purtroppo. C’è un ministro del Sud che sta descrivendo cose irracontabili. Adesso loro hanno evidentemente questo piccolo problema che devono cercare di giustitificare il ‘sí’ all’Autonomia perché la chiede Bonaccini. Allora hanno creato questo mito del autonomia buona e dell’ autonomia cattiva”: lo ha affermato il presidente della Regione Attilio Fontana parlando della riforma per l’Autonomia a margine della presentazione del programma della Triennale, commentando così anche le ultime dichiarazioni del ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano sul ‘rischio di spaccare il Paese’. “Il mondo è fatto da tanti ingenui ma non è che tutti quanti necessariamente lo debbano essere – ha proseguito Fontana -. Io dico, prima di parlare si leggano o documenti. Li abbiamo fatti agli stessi tavoli e con gli stessi interpreti quindi credo che soltanto chi non ha letto niente e chi è in palese malafade può fare queste affermazioni”. Al ministro Boccia “rinnoverò la proposta di andare avanti nel lavoro che è già stato fatto”. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedenteQuattro operai morti nel pavese
Articolo successivoSan Siro, Boeri, il nostro progetto non è stato selezionato [Video]
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.