Sala, le reazioni alla sentenza

30

Numerose le reazioni alla condanna a sei mesi – convertita in una sanzione da 45 mila euro – inflitta all’ex ad di Expo e oggi sindaco di Milano Beppe Sala. Ad esprimere sostegno e fiducia al sindaco sono tutti i principali esponenti del PD milanese e il segretariox Nicola Zingaretti: “Sala vada avanti a guidare Milano – dice – la sta trasformando in una delle città più belle e organizzate d’Europa”. “Non gioisco per la condanna, sono orgoglioso di Expo” ha dichiarato Matteo Salvini mentre il consigliere comunale leghista Massimiliano Bastioni, come altri esponenti del suo partito, ne chiede le dimissioni. “Sala riferisca in Consiglio e poi si dimetta” dice anche il consigliere comunale Cinquestelle Simone Sollazzo. Toni diversi da Forza Italia. “Siamo garantisti sempre e quindi con Beppe Sala cui chiediamo di continuare a svolgere le funzioni per le quali è stato eletto – afferma Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino – non vogliamo batterlo per via giudiziaria, piuttosto contiamo di batterlo politicamente quando si voterà”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.