Ha le tinte di un film di spionaggio americano e invece è accaduto in provincia di Como. Andrey Smyshlyaev, imprenditore milionario russo, è stato arrestato nel pomeriggio di ieri dalla Polizia di Stato presso la sua lussuosa villa sul lago. A riportarlo è il Corriere della Sera: il magnate, ricercato nel Paese di origine, sarebbe un oppositore del capo di stato russo Vladimir Putin e su di lui graverebbe un ordine di cattura internazionale “per una sottrazione da 40 mila euro”. Il legale dell’uomo – opponendosi all’estradizione del suo cliente – ha ironicamente commentato tutta la vicenda: “È come smuovere l’Interpol per arrestare un italiano autore di uno scippo in vacanza all’estero”, ha detto, teorizzando che secondo lui dietro tutto si celerebbe piuttosto un’operazione di persecuzione politica.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.