Terrorismo, due arresti in Brianza e a Novara

356
Giuseppe Frittitta

Due arresti per terrorismo; si tratta di un uomo di Palermo, Giuseppe Frittitta, residente a Brescia ma trasferitosi di recente a Bernareggio (MB) 25 anni, e di un marocchino di 18 anni, Ossama Gafhir, che vive a Novara. Frittitta, convertito all’Islam, e Ghafir, fondamentalista islamico, progettavano di andare a combattere con l’esercito dell’Isis in Siria e Turchia. Frittitta, che fa l’autotrasportatore, avrebbe conosciuto il giovane marocchino su internet. Proprio quest’ultimo avrebbe spinto il nuovo amico verso la radicalizzazione tanto che gli inquirenti hanno monitorato, sul web, la sua intensa attività di propaganda jihadista. Nei giorni scorsi, l’uomo, che si fa chiamare Yusuf, si è sposato con una cittadina marocchina. Secondo quanto hanno appurato le indagini i due si sono addestrati a lungo per compiere attentati terroristici di sabotaggio, preparandosi all’uso delle armi e allenandosi per raggiungere una preparazione fisica e militare adeguata a combattere a fianco dell’Isis in Siria. L’indagine è stata svolta dalla Digos di Palermo. L’aspirante terrorista palermitano è stato tradito da uno dei tanti selfie che si scattava, ritraendosi con la barba lunga e un coltello con una lama da 26 centimetri in mano. Negli ultimi tempi i due, infuriati per le sconfitte dell’Isis in Siria, avevano intensificato i messaggi di odio. Due “mujaheddin virtuali”, secondo la Procura, “che promuovono una guerra culturale, anche a colpi di tweet e di notizie artatamente piegate alla propaganda radicale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.