“Il rischio zero, come in qualunque cosa, non esiste e se non partiamo da questo presupposto facciamo sempre soltanto un po’ di demagogia. L’importante è imparare sempre e continuare a migliorare, fare un’analisi dei rischi e mettere in campo le risorse necessarie per ridurre il più possibile ogni criticità. Quello che la Veneranda Fabbrica del Duomo e Politecnico stanno facendo va esattamente in questa direzione.” Lo ha detto il rettore del Politecnico Ferruccio Resta, a margine dell’inaugurazione di OFF CAMPUS San Siro in via Gigante, in merito al monitoraggio e alla prevenzione dei rischi per il Duomo di Milano in seguito all’incendio di Notre Dame di Parigi. “Il Politecnico è coinvolto da tanti anni con degli accordi per la programmazione e la pianificazione della manutenzione della nostra cattedrale. – ha proseguito Resta – Impieghiamo tecnologie e una serie di tecniche per il monitoraggio strutturale e non solo. Questo è un progetto su un cantiere vero e proprio, perché il Duomo di Milano è una fabbrica continua, che utilizza le nostre tecnologie per il monitoraggio. Naturalmente quello che è successo alla cattedrale di Parigi ci colpisce in maniera pesante come uomini, come cittadini di questo Paese: tutti noi abbiamo metà del nostro cervello a Parigi e l’altra metà sul Duomo di Milano che dobbiamo il più possibile conservare.”  (MiaNews)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.