La polizia ha sequestrato, a Milano, beni per oltre un milione di euro riconducibili a un esponente di spicco della storica cosca palermitana dell’Acquasanta. Il provvedimento ha colpito il patrimonio di Gaetano Fontana, 43 anni, figlio di Stefano, boss della famiglia mafiosa dell’Acquasanta. Gli agenti hanno sequestrato una gioielleria in via Felice Cavallotti, nel “quadrilatero della moda”, formalmente intestata alla convivente, ma di fatto di Fontana. Sono stati sequestrati  preziosi il cui valore è in corso di quantificazione, tre immobili in zona residenziale, sei rapporti finanziari per circa 50 mila euro. Gaetano Fontana   dal 2010 è sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno a Milano, in quanto ritenuto appartenente a Cosa nostra e già condannato definitivamente quale reggente della cosca Acquasanta, per conto della quale gestiva la riscossione del pizzo.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.