Truffe, dagli Usa per compravendita gioielli: raggirati per 360 mila euro

72

Erano stati contattati via internet per completare una vendita di gioielli in oro e orologi del valore di 360mila euro, ma, quando con parte dei contanti hanno provato a comprare un computer, i dipendenti dell’Apple Store di piazza Liberty li hanno avvertiti che le banconote erano false. Vittima due orefici americani dell’Arizona, padre e figlio, alloggiati presso l’hotel Parigi in corso di Porta Nuova.  I due uomini, arrivati ieri a Milano, avevano incontrato più volte nel corso della giornata i due presunti acquirenti e la compravendita sembrava potersi concludere senza problemi. Il denaro, contato attraverso un’apposita macchinetta, non mostrava segni di contraffazione e così, nel primo pomeriggio, in un ristorante di largo Fra Paolo Bellintani si era concluso lo scambio con la consegna dei preziosi in cambio dei 360mila euro. I due uomini sono poi tornati in hotel portando con sé una piccola somma in contanti per alcune spese, ma quando si sono diretti all’Apple Store di piazza Liberty hanno scoperto di essere stati vittima di una truffa denunciata poi alla Polizia dal padre 53enne. La vicenda ricorda una truffa simile, avvenuta la scorsa settimana in piazza Fontana, ai danni di un commerciante tedesco di 53 anni che era stato derubato di gioielli e preziosi per un valore di 70 mila euro.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.