Salvini posta la sua foto, manifestante milanese insultata sui social

140

‘Che gentil signora’ ha scritto  il ministro dell’interno Matteo Salvini postando sulla sua pagina Facebook l’immagine di una giovane manifestante che sabato a Milano, durante il corteo People-prima le persone, reggeva un cartello con scritto ‘Meglio buonista e puttana che fascista e salviniana’. Il post ha suscitato migliaia di reazioni.  Più di 30mila  i commenti sotto al post con l’immagine della ragazza, che era già finita sulla bacheca di Salvini in un’altra occasione, quando aveva partecipato a una manifestazione con un cartello e lo slogan “Migranti non lasciateci soli con i fascisti”. Da quel momento è stata una pioggia di insulti – come racconta la stessa giovane su Facebook, con tanto di screenshot dei messaggi ricevuti – che lei ha riassunto nel cartello mostrato sabato a Milano. “Giulia – raccontano i Sentinelli su Fb – era sul nostro carro sabato. Giulia per un cartello che recitava ‘migranti non lasciateci soli con i fascisti’ esibito in occasione di una manifestazione dopo i fatti di Macerata era già stata additata da Matteo Salvini sulla sua bacheca Facebook. A Giulia arrivò addosso di tutto, dagli insulti sessisti a vere e proprie minacce di violenza fisica. Questa mattina quello che di mestiere fa il Ministro degli Interni, che conosce bene cosa ha fatto passare a Giulia, decide di rimandare i suoi sicari in missione. E ovviamente sono ripartiti insulti e minacce”. “È una cosa inaudita” concludono i Sentinelli, lanciando l’hashtag #NoisiamoconGiulia.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.