Abusivo Aler allestisce una serra di marijuana nell’appartamento di fianco (VIDEO)

80

Quando ieri alla sua porta si sono presentati gli agenti della Polizia e i funzionari dell’Aler per porre fine all’occupazione abusiva dell’appartamento di via Giambellino 58, che andava avanti da oltre 20 anni, l’uomo, un italiano di 37 anni, inaspettatamente aveva fretta di andarsene. Tanto da lasciare lì gli scatoloni contenenti abiti e oggetti personali. Motivo della fretta: l’uomo aveva da poco trovato lavoro presso la Dhl e il turno sarebbe iniziato poco dopo. Giustificazione che, però, non ha convinto gli agenti e che li ha spinti a controllare in maniera più approfondita l’abitazione, anche per via dei numerosi precedenti dell’uomo per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Infatti, dietro un armadio, gli agenti hanno trovato un varco nel muro, celato con del cartongesso, che consentiva di accedere all’appartamento adiacente dove l’uomo aveva realizzato una vera serra con luci, strumentazione specifica e 180 grammi di marijuana pronti per la vendita. Il 37enne, che si era già allontanato è stato denunciato per detenzione e produzione di sostanze stupefacenti.

Alloggio occupato al Giambellino

Un uomo di 37 anni ha allestito una Serra di Marijuana in un alloggio Aler del Giambellino.

Publiée par Radio Lombardia sur Vendredi 1 février 2019

Commenti FB
Articolo precedenteSospese per la neve le ricerche dell’uomo disperso nel lecchese
Articolo successivoDenunciata per truffa e falso una onlus milanese, il tribunale accoglie il ricorso
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.