In occasione della prima visita dell’Arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini al mercato agricolo coperto di Porta Romana, sarà consegnato il ricavato dell’iniziativa della “spesa sospesa”, che si sta svolgendo presso il nuovo farmers’ market di Campagna Amica nel capoluogo lombardo. L’appuntamento – spiega la Coldiretti Lombardia – è fissato per mercoledì 30 gennaio, alle ore 11, in via Friuli 10/A. L’Arcivescovo – continua la Coldiretti Lombardia – incontrerà i produttori e i consumatori presenti. Riceverà poi un cesto di prodotti agroalimentari del mercato, a simboleggiare la “spesa sospesa” raccolta grazie alle donazioni dei cittadini.

La spesa sospesa – precisa la Coldiretti regionale – mutua l’usanza campana del “caffè sospeso”, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo. Partita in occasione delle festività di dicembre, i consumatori potranno partecipare all’iniziativa di solidarietà fino a sabato 26 gennaio: su ogni banco del mercato di Porta Romana, infatti, ci sarà una cassettina dove poter lasciare offerte libere a favore dei più bisognosi. Il ricavato – conclude la Coldiretti Lombardia – sarà convertito in prodotti alimentari di qualità destinati a una realtà del terzo settore, che sul territorio di Milano si occupa delle persone in difficoltà costrette a chiedere aiuto per mangiare.

Commenti FB
Articolo precedenteE’ di una 42enne di Gorlago il corpo carbonizzato trovato a Erbusco (Bs)
Articolo successivoMorta carbonizzata, indagata una donna
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.