Via libera all’unanimità in Consiglio regionale alla mozione che impegna la Giunta regionale ad attivarsi con il Governo affinché vengano messi in campo tutti gli strumenti necessari per promuovere la candidatura di Milano a diventare sede del Tribunale Unico dei Brevetti (TUB) per il settore farmaceutico, chimico e biotecnologico, in sostituzione di quello di Londra.

Il provvedimento, di cui è primo firmatario il Capogruppo della Lega Roberto Anelli, è stato formulato in previsione del nuovo assetto brevettale di cui l’Europa si sta prestando a dotarsi, incentrato sulla creazione di un titolo unitario e di una protezione uniforme a valere per tutto il territorio dell’Unione.

Nello specifico, come spiegato in Aula da Roberto Mura (Lega)  “l’Italia durante lo scorso anno con il + 4,3% sulla media europea del 2,6%, è stato il Paese UE con il maggior incremento di domande di brevetto in Europa. Per fare un esempio, le percentuali relative al settore farmaceutico hanno registrato nello stesso anno un aumento del + 18%. Come poi non considerare che la Lombardia è la prima regione italiana per deposito di brevetti e la città di Milano presenta eccellenti requisiti logistici e professionali atti a garantire la piena funzionalità della sede specializzata del Tribunale Unificato dei Brevetti e che le aspettative di businnes nell’ospitare a Milano la sezione centrale specializzata, sono valutate in circa 350 milioni di euro annui in volume di affari”.

L’approvazione unanime della mozione, trova ragione anche nel fatto che il Consiglio regionale lombardo, già durante la X legislatura, aveva approvato in data 5 dicembre 2017 alcuni atti di indirizzo e controllo sullo stesso argomento.

Commenti FB
Articolo precedentePaolo Rossi, ultima tappa de “Il re anarchico e i fuorilegge di Versaille”
Articolo successivoC’era una volta strano ma vero.
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.