“Regione Lombardia esprime cordoglio per la morte del paziente di 89 anni, di Bresso, deceduto, ieri sera, all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, dove era stato
ricoverato a causa della legionella. Negli ultimi due giorni non sono stati segnalati nuovi casi recenti e questo ci fa sperare che l’emergenza stia rientrando. Fortunatamente dei 52 casi ad oggi registrati 33 pazienti si sono ristabiliti e dimessi dagli ospedali”. Lo comunica l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, in seguito al decesso di uno dei pazienti di Bresso colpito da legionella, ricoverato all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo.

“Proseguono senza sosta – ha ricordato l’assessore – le attivita’ di controllo del laboratorio di Prevenzione dell’Ats di Milano dove sono in corso 551 campioni prelevati da 48 abitazioni e 44 siti sensibili. Un team composto da tecnici della Direzione Generale Welfare, Ats e esperti dell’Istituto Superiore di Sanita’ e’ al lavoro per valutare lo stato delle azioni gia’ compiute e confrontarsi sugli sviluppi delle indagini. Regione Lombardia non lascera’ niente di intentato per riuscire a trovare la fonte del contagio”.

Commenti FB
Articolo precedenteTRAIL OF DEAD: concerto speciale l’11 Agosto al Parco Tittoni di Desio
Articolo successivoDue edifici da restituire alla città, approvati i bandi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.