“Le prime evidenze in seguito agli esami clinici riportano l’evidenza che Luca Lovati è stato colpito da un malore fortissimo e la causa del suo decesso è stata questa”. Anche se è ancora aperta l’inchiesta sulla morte dell’allestitore milanese, caduto da una scala settimana scorsa a Palazzo Reale di Milano, l’assessore comunale alla Cultura, Filippo Del Corno, ne ha parlato oggi all’inaugurazione della mostra dedicata ad Agostino Bonalumi. Lovati, che avrebbe compiuto 70 anni ad agosto, stava montando un’opera dell’artista lombardo quando è improvvisamente precipitato al suolo, morendo sul colpo. E’ dedicata proprio a Lovati l’antologica di 120 opere che apre oggi i battenti. Allo storico assistente di Bonalumi è anche stato riservato un momento di ricordo, affidato alle parole del direttore di Palazzo Reale Domenico Piraina, dell’assessore Del Corno e del curatore della mostra, oltre che del figlio di Bonalumi.

La mostra (fino al 30 settembre) è aperta al pubblico con ingresso gratuito, nelle sale al piano nobile di Palazzo Reale, la mostra “Bonalumi 1958 – 2013”, prima antologica di Agostino Bonalumi (1935-2013) nella sua città.

Il percorso espositivo si completa con un focus dal titolo “Agostino Bonalumi. Spazio, ambiente, progetto” allestito al Museo del Novecento.

“La mostra dedicata a Bonalumi si inserisce perfettamente nel palinsesto dedicato al Novecento Italiano, contribuendo in modo determinante alla conoscenza di un secolo fecondo che ha avuto nel periodo degli anni Cinquanta e Sessanta il momento più fertile dal punto di vista dell’avanguardia artistica, nazionale e internazionale – afferma l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Bonalumi si innesta proprio qui, con la sua capacità di innovazione creativa e la sua poetica originale, che si è sviluppata negli anni giungendo fino a noi. Palazzo Reale e il Museo del Novecento, consapevoli dell’importanza di questo racconto, collaborano in questo importante progetto espositivo”.

Il percorso espositivo, ordinato cronologicamente, è caratterizzato tra l’altro dalla presenza di tre grandi installazioni che hanno insegnato tappe importanti del suo viaggio d’artista lungo il Novecento: la prima è “Blu abitabile”, un’opera di pittura-ambiente, realizzata per la mostra “Lo Spazio dell’Immagine” di Foligno nel 1967; la seconda è la ricostruzione dell’opera “Struttura modulare bianca” presentata per la prima volta nella sala personale alla XXXV Biennale d’Arte di Venezia del 1970; mentre la terza, una parete di grande superficie, è stata esposta nel 2003 all’Institut Mathildenhöhe, Darmstadt, in Germania.

All’interno del percorso allestito a Palazzo Reale sarà proiettato un estratto, della durata di 12 minuti sui 60 complessivi, del documentario “Agostino Bonalumi. L’intelligenza dei materiali (2018)”. Realizzato da Archivio Bonalumi e Zenit Arti Audiovisive, con la regia di Fabrizio Galatea e la direzione storico-artistica di Francesca Pola, il film sarà trasmesso integralmente da Sky Arte HD il 18 settembre 2018.

Il Museo del Novecento di Milano, sempre dal 16 luglio al 30 settembre 2018, dedicherà a Bonalumi un focus dal titolo “Agostino Bonalumi. Spazio, ambiente, progetto”, riguardante un aspetto meno conosciuto della sua ricerca, quello che tra il 1967 e la fine degli gli anni Settanta lo condusse a pensare, progettare e creare opere ambientali di dimensioni spesso notevoli. Sarà esposta una serie di otto opere su carta, realizzate appena a ridosso di quelle ambientali, che rivela l’accuratezza e la precisione di un pensiero costante sullo spazio.

INFO E ORARI

Palazzo Reale – www.palazzoreale.it

lunedì 14.30_19.30 martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30_19.30

giovedì e sabato 9.30_22.30

Ingresso gratuito

Museo del Novecento – www.museodelnovecento.org

lunedì 14.30_19.30 martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30_19.30

giovedì e sabato 9.30_22.30 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

Ingresso incluso nel biglietto del Museo

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio