“Il Tour 2018” di Francesco De Gregori arriva in Lombardia

252

 Il “TOUR 2018” di FRANCESCO DE GREGORI, che lo vede impegnato sui palcoscenici di molte italiane fino a settembre, farà tappa in Lombardia con 4 appuntamenti live: venerdì 13 luglio all’Anfiteatro del Vittoriale di GARDONE RIVIERA – BS (Via Vittoriale, 12 – inizio concerto ore 21.15), sabato 14 luglio al Castello Sforzesco di VIGEVANO – PV (Piazza Ducale, 20 – inizio concerto 21.15), domenica 15 luglio all’Arena Teatro Sociale di COMO (Via Vincenzo Bellini, 3 – inizio concerto ore 21.30) e sabato 21 luglio al Carroponte di Sesto San Giovanni – Milano (Via Luigi Granelli, 1 – inizio concerto ore 21.00).

 De Gregori sarà accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti al basso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte, una formazione già sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti.

La scaletta prevede i grandi classici di De Gregori ma anche gioielli nascosti, canzoni “mai passate alla radio”, brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni.

«Mi fa piacere quando il pubblico riconosce un pezzo dalle prime note – dichiara De Gregori – ma mi piace anche quel silenzio un po’ stupito che accoglie le canzoni meno conosciute. La bellezza del live è anche questa, la scaletta non deve essere scontata, bisogna mischiare le carte».

 

 

Commenti FB
Articolo precedenteNate quattro cicogne in oasi ambientale Teem
Articolo successivoPalazzo Reale all’insegna del Luxus
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati