L’assessore allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi ha accolto la fiaccola degli Oralimpics – Le Olimpiadi degli Oratori’, portata dai ragazzi lombardi, che questa mattina ha fatto tappa in Piazza Citta’ di Lombardia.

L’iniziativa, e’ promossa da CSI Milano e Fondazione Oratori Milanesi, in collaborazione con CONI Lombardia, Regione Lombardia, Comune di Milano ed Arexpo.

“Bisogna vivere lo sport come divertimento, amicizia ed occasione di educazione e crescita – ha dichiarato Martina Cambiaghi, assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia.
Un appuntamento, quello odierno, che vi rimarra’ impresso tutta la vita. Chi pratica sport deve convincere i propri amici e conoscenti a fare pratica sportiva e partecipare alla vita
dell’oratorio, occasione sana di crescita assieme che vi portera’ sicuramente a raggiungere obiettivi importanti per il vostro futuro. Mi preme ringraziare anche i vostri educatori che sono figure fondamentali e di riferimento che vi aiutano e crescere in modo sano. Domani ci saro’ anche io con voi e magari sara’ l’occasione per praticare sport assieme”.

Una delegazione di ragazzi in consiglio comunale a Milano con il Presidente Lamberto Bertolè.

Una delegazione i ragazzi è stata accolta poi a Palazzo Marino dal Presidente del consiglio comunale Lamberto Bertolè:  “Gli oratori sono luoghi di grande aggregazione e lo sport è uno straordinario collante sociale capace di aiutare a superare divergenze apparentemente incolmabili, come si è visto per ultimo alle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Dunque, come non accogliere con favore ed entusiasmo le olimpiadi degli oratori milanesi? Il mio augurio è che questi giochi siano un momento di grande felicità, di sport e di socialità”.

La Cerimonia di apertura è prevista oggi, alle 20.30, presso l’Open Air Theatre di Arexpo.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteMilano Pride 2018, tutto pronto per la parata arcobaleno
Articolo successivoPAIN OF SALVATION
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati