Autisti bus aggrediti a Como, sindacato chiede intervento Prefettura

158

“Ancora una volta, si registra un episodio di violenza ai danni di autisti dei bus di ASF.  Sulla questione sicurezza – spiega il segretario Filt Cgil Como Giovanni Riccardi – non possiamo nè vogliamo più attendere. Abbiamo chiesto un incontro con Asf e Prefettura così da mettere a punto un piano effettivo sulla sicurezza sia per i lavoratori che per i cittadini. Gli investimenti promessi dall’azienda non possono più essere rimandati: la cabina dell’autista dev’essere messa in sicurezza e attrezzata con vetro antisfondamento, così da impedire eventuali aggressioni e il contatto diretto”. Da parte dei lavoratori c’è preoccupazione: “Ormai – continua Riccardi – gli episodi sono un paio a settimana. L’azienda non ha incrementato la presenza di controllori come avevamo richiesto e gli autisti sono i soli a rischiare tutti i giorni. Se l’incontro non viene concesso a breve, non escludiamo la possibilità di indire uno sciopero dei lavoratori di Asf”. Questa la dichiarazione diffusa dal sindacato dopo l’aggressione ai due autisti comaschi da parte di un gruppo di giovani stranieri senza biglietto.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio