Milano, nuovi uffici dei servizi sociali al Corvetto

609

“Un luogo aperto al quartiere, ai cittadini e alle associazioni del territorio. Questo vuole essere il nuovo ufficio che l’Assessore alle Politiche sociali, Salute e Diritti Pierfrancesco Majorino ha inaugurato in via Nicolò Barabino 8, nel cuore del Corvetto. A partire da oggi, infatti, l’Assessore sposterà, per alcuni giorni alla settimana, parte della sua attività dalla sede centrale dell’Assessorato in Largo Treves a questo spazio. L’obiettivo è quello di assicurare una presenza e una vicinanza, anche fisica e personale, in uno dei quartieri oggetto del Piano Periferie lanciato dalla Giunta del Comune di Milano fin dal suo insediamento”. Si legge in una nota del Comune.

“L’avevamo annunciato qualche settimana fa – spiega Majorino – e ora passiamo dalle parole ai fatti. Il Corvetto è un quartiere vivace con uno straordinario tessuto sociale, ma è allo stesso tempo complesso e io voglio assicurare ai suoi abitanti non solo un impegno costante, ma anche una presenza fissa per poter ascoltare i loro problemi e cercare di persona una soluzione alle loro difficoltà. Un gesto che non è affatto simbolico, ma una maniera per concretizzare quell’attenzione per le periferie che è diventata l’ossessione del sindaco Sala e dell’intera Giunta”. Con questa iniziativa, si legge ancora “si restituirà nuova vita a una storica sede dei servizi sociali territoriali trasformando i nuovi uffici in un vero e proprio punto di riferimento per il quartiere, un luogo dove cittadine e cittadini, associazioni e gruppi potranno trovare ascolto e riscontro”.

Commenti FB

1 commento

  1. Buongiorno
    Mi chiamo Eleogivio di anni 73 pensionato e abito con mia moglie di anni 65 casalinga a SMM (Occhiobello) via xxxxxxxxx xx Tel. 3xxxxxxxxx. [dati personali cancellati dallo staff di Radio Lombardia]
    Siamo proprietari ognuno al 50% del nostro unico appartamento in cui abbiamo la residenza.
    Improvvisamente, anche a causa della diffusa crisi COVID, ci siamo venuti a trovare nella situazione di dover dare un aiuto economico e occupazionale a mio figlio Andrea (frutto di un primo matrimonio) di 45 anni e a sua moglie di anni 36 (albanese) entrambi disoccupati senza soldi e senza casa che attualmente vivono a Milano sfrattati dal 1 novembre c.a…
    Non potendoli ospitare presso di noi (l’appartamento è piccolo) e neppure aiutarli economicamente (in quanto io e mia moglie viviamo solo con la mia pensione); chiediamo cosa sia possibile fare per loro con URGENZA per dare loro un minimo alloggio ed un possibile lavoro (come badanti 24h. o altro).
    So che il reddito di emergenza non lo hanno ottenuto in quanto non sono stati licenziati causa Covid.
    E’ possibile fare immediata domanda del reddito di cittadinanza (quanto tempo passa ?) ?
    Quale alloggio immediato gli si può dare ?
    A chi possiamo rivolgerci per aiutarli ?
    Vi ringrazio di cuore per il Vs auspicato aiuto.
    GRAZIE e cordialità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.