Lombardia, il Consiglio Regionale convocato il 5 aprile

343

“Ho appena firmato l’ordine del giorno di convocazione del primo Consiglio regionale che apre alla XI Legislatura.” Lo scrive su Facebook il Presidente uscente Raffaele Cattaneo che precisa: ” Intendo ringraziare l’Ufficio di presidenza e tutti i consiglieri della X Legislatura per l’impegno di questi cinque anni insieme. Un particolare augurio di buon lavoro ai Consiglieri regionali della XI Legislatura e al nuovo Ufficio di Presidenza che si insedierà il 5 aprile nella certezza che sapranno proseguire nell’impegno di continuare a rafforzare il ruolo del Consiglio regionale della Lombardia.”

A presiedere i lavori della prima seduta, fino a elezione del nuovo Presidente, sarà il Consigliere regionale più anziano, Giuseppe Villani, 68 anni, eletto a Pavia nella lista del Partito Democratico.
Al primo punto all’ordine del giorno le comunicazioni sulla proclamazione degli eletti e sulla composizione della Giunta regionale: seguirà la presa d’atto della sospensione dalla carica di Consigliere degli eletti nominati Assessori e la conseguente presa d’atto dei relativi subentri.

A seguire l’elezione del Presidente del Consiglio regionale e degli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza. Risulta eletto Presidente il Consigliere che nelle prime tre votazioni consegue la maggioranza dei due terzi dei componenti del Consiglio; dalla quarta votazione è sufficiente la maggioranza assoluta dei componenti. L’elezione dei due Vice Presidenti e dei due Segretari ha luogo con due distinte votazioni; ciascun Consigliere può scrivere sulla scheda un solo nome al fine di assicurare la rappresentanza delle minoranze. Risultano eletti Vice Presidenti e Segretari i Consiglieri che ottengono il maggior numero di voti; a parità di voti è eletto il Consigliere più anziano di età.
L’ultimo punto all’ordine del giorno prevede l’elezione della Giunta delle elezioni, composta da un componente per gruppo e a cui spettano le verifiche sulla sussistenza di eventuali casi di incompatibilità e sulla convalida degli eletti. I suoi lavori dovranno concludersi entro 60 giorni dall’elezione del proprio Ufficio di Presidenza.

Ogni Gruppo consiliare entro la prima seduta nomina il proprio Presidente. L’Ufficio di Presidenza verifica la regolare costituzione dei gruppi entro i cinque giorni successivi alla prima seduta di Consiglio. Il numero delle Commissioni consiliari e le rispettive competenze saranno stabiliti dal Consiglio regionale all’inizio della legislatura, su proposta dell’Ufficio di Presidenza, sentita la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari.

 

Commenti FB
Articolo precedenteIncidente sulla A4, un morto
Articolo successivoSUPERSONIC BLUES MACHINE arrivano in Italia con Billy Gibbons degli ZZ TOP
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.