Su via Cavezzali 11 (zona via Padova a Milano) l’azione politica di SinistraXMilano si è concretizzata con un esposto con il quale si chiedono la presa in carico e la messa sicurezza dello stabile. Ne ha parlato a Radio Lombardia, Elena Comelli portavoce di SinistraXMilano che ha spiegato come nello stabile non sussistano più i requisiti minimi di vivibilità e sicurezza per i residenti .

Elena Comelli

Comelli ha parlato poi delle sfide future partendo dalla gestione del trasporto pubblico e dalla mancanza di misure immediate e concrete di contrasto all’inquinamento atmosferico. SinistraxMilano punta a una città senz’auto. E per questo propone , in ogni municipio, l’istituzione di aree completamente pedonali il tutto con la partecipazione e il sostegno dei cittadini utilizzando lo strumento del referendum municipale laddove sarà necessario. L’idea di città senz’auto passa anche dalla riproposizione del progetto comunale lanciato nel 2012 di scuola car free. In sostanza niente auto davanti alle scuole negli orari d’ingresso e di uscita dei bambini. Lo scopo è triplice: proteggere i bambini dal passagio delle auto e dagli inquinati, ricreare al di fuori delle scuole una rete di socialità e relzioni e, infine, sensibilizzare i genitori sul muoversi senz’auto contribruendo a creare una cultura di mobilità alternativa.

Commenti FB
Articolo precedenteJessica ha tentato di difendersi prima di essere accoltellata
Articolo successivoC’era una volta la campagna elettorale.
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.