A Milano la Befana del Clochard dei City Angels

1487

Come da tradizione, anche quest’anno presso l’hotel Principe di Savoia di Milano, si è svolta la Befana del clochard, organizzata dai City Angels grazie all’interessamento della loro madrina, Daniela Javarone, e del Direttore dell’Hotel, Ezio Indiani. Circa 200 persone sono state servite ai tavoli da studenti delle scuole Elementari, Medie o Superiori.
Con loro, a servire con la pettorina dei City Angels, anche vari personaggi noti delle Istituzioni, tra cui i candidati a Presidente della Regione Lombardia Giorgio Gori e Dario Violi; la Vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo; l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera; gli onorevoli Maria Stella Gelmini, Paolo Grimoldi, Christian Invernizzi e Laura Bignami. I consiglieri regionali Fabio Altitonante, Carlo Borghetti, Stefano Buffagni,  Eugenio Casalino, Riccardo De Corato; il dirigente Stefano Bolognini; i consiglieri comunali Filippo Barberis, Silvia Sardone e Pietro Tatarella; il segretario Pd Pietro Bussolati.
Tra i personaggi dello spettacolo, il gastronomo e conduttore televisivo Edoardo Raspelli  i cantautori Marco Ferradini, Marco Ligabue e Alberto Fortis; il cabarettista e attore Stefano Chiodaroli; presente a servire anche il magistrato Alberto Nobili.

Hanno servito ai tavoli tavoli anche l’imprenditore Arturo Artom; il Generale Camillo De Milato; il Presidente dei Comitati di Quartiere, Salvatore Crapanzano; il Direttore di Radio Lombardia, Luca Levati; la grafologa Candida Livatino e il giornalista Vladimiro Poggi.
Il pranzo, rigorosamente vegetariano in segno di amore verso gli animali, è stato preparato dallo chef stellato Christian Garcia, cuoco personale del Principe Alberto di Monaco, venuto a Milano per la Befana del Clochard. Lo stesso chef ha spiegato che ha portato le verdure direttamente dall’orto del Principato.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.