Il pirata di viale Monza resta in carcere

732

Resta in carcere Franko Della Torre, l’uomo arrestato domenica scorsa con l’accusa di avere provocato l’incidente nel quale è morto, dopo una straziante agonia, Livio Chiericati, 57 anni, in viale Monza a Milano. Il gip Valerio Natale ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere per il 33enne che dovrà rispondere di omicidio stradale aggravato. Secondo il giudice, Della Torre ha “un profilo criminale allarmante” “testimoniato dai suoi precedenti penali” e dal fatto che l’auto che guidava quella mattina (a tutta velocità e bruciando un rosso) “era intestata a un prestanome” oltre che “dall’esercizio ancora poco chiaro dell’attività illecita”, con riferimento ai soldi finti trovati nella sua abitazione e al fatto che poco prima di allontanarsi dal luogo dell’incidente, secondo testimoni, ha armeggiato nell’auto fuggendo poi con una borsa o una valigetta. Cosa si è portato via Della Torre non è ancora stato accertato. Secondo le ipotesi qualcosa che non voleva fosse trovato. Inoltre, sempre secondo il gip, l’uomo ha confessato di avere avuto un colpo di sonno e per questo non avrebbe visto il rosso.  Se fosse così, scrive il gip, avrebbe potuto presentarsi e mettersi a disposizione della polizia mentre quando è andato al pronto soccorso ha detto solo di essere rimasto coinvolto in un generico incidente. Il giudice, infine, è convinto che non ci siano dubbi sulla dinamica dello schianto.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.